Teramo

IL NANO GHIACCIATO CONTINUA A VINCERE. MA TERAMO ESCE CON L’ONORE DELLE ARMI

Ennesima vittoria per la squadra di Dan Peterson ma non esaltante.

Milano parte forte contro Teramo. 9 a 2 e (in un Forum con parecchi spazi vuoti ma con l’entusiasmo di tanti bambini) sembra una partita già decisa. Ma gli abruzzesi replicano immediatamente e si portano in vantaggio con un parziale di 9 a 0 che obbliga Dan Peterson a chiamare time out. Entra pure il nuovo play Greer, ex Napoli, subito autorevole che con sei punti porta l’Olimpia Armani Jeans  in vantaggio al primo quarto: 27-22.

Le scarpette rosse ripartono forte: 34-22 e time out chiamato da coach Ramagli, di 28 anni più giovane del Nano Ghiacciato. 37 a 31 e tocca a Dan chiamare la squadra a raccolta. Il basket è una partita a scacchi. Ma Milano ha più pedine: è però decisamente meglio in attacco che in difesa dove viene penetrata troppo facilmente. L’Armani avanti solo di 3: al riposo di va sul 42-39.

Il terzo quarto inizia come era finito il secondo. Squadre testa a testa e nuovo sorpasso teramano, soprattutto grazie a Diener. Non male calcolando che in campo c’è la seconda e l’ultima forza del campionato.

Maciulis e un antisportivo fanno il break per Milano che sale a più 12 che non verrà più recuperato.

Finisce 87-74. Quarta vittoria di seguito del Nano Ghiacciato. La peggiore per ora.

In tribuna il nuovo centro Eze ancora in felpa e cappellino ma già circondato dall’affetto dei tifosi milanesi. Ci farà vincere la Coppa Italia ripetono in coro. Dovranno giocare diveramente da stasera.

Ad maiora.