Day: 10 aprile 2013

L’italiano di Helsinki (fotografare per credere)

Helsinki è una città bellissima da visitare. Anche in primavera. Il freddo è infatti molto più asciutto e sopportabile, rispetto alle nostre latitudini.
La capitale finlandese può accontentare anche tutti quegli italiani che lontani da casa si sentono persi. No, non sto parlando di mangiare la pasta o di bere il caffè (anche se quello finnico non ha niente da invidiare a molti della Penisola).
Ma delle numerose parole italiane che potete leggere ovunque. Il finlandese deriva infatti da un ceppo linguistico non indoeuropeo (ugrofinnico) e ha quindi radici e sonorità molto diverse da quelle cui siamo abituati (salvo che si abbiamo origini ungheresi).
Ma i finlandesi amano l’Italia e la cultura italiana ed è così facile incappare in scritte nella lingua di Dante.
Soprattutto per attirare clienti nei ristoranti.

20130409-002039.jpg
La pizza va per la maggiore. Ed è curioso come molti dei cosiddetti kebabbari annuncino trionfalmente di prepararla per attrarre clienti.

20130409-002213.jpg
Nella scelta dei ristoranti italiani potete propendere anche per quelli più padani…

20130409-002721.jpg
Anche uno dei più noti ristoranti di cucina italiana qui a Helsinki porta d’altronde un nome nordico.

20130409-003339.jpg
In metrò potete trovare la pubblicità dei prodotti Santamaria, anche se a leggere il sito, il cibo sembra tex-mex.

20130409-003656.jpg
Il “prego” è scritto in italiano.

20130409-004425.jpg
Come il nome del baffetto di Mr. Panini.

20130409-004724.jpg

Concludo con la musica. Al super mi è capitato di sentire Baglioni. Mentre la capitale finlandese è invasa dai poster dell’Eros tricolore. Da queste parti fa il tutto esaurito.

20130409-005231.jpg
Ad maiora

Zapping mondiale: dal Quirinale al Salone del mobile

20130410-083320.jpg
Politica italiana su El Pais che parla di accordo per il Quirinale Berlusconi-Bersani.
Sul Corriere del Ticino si occupano ancora del permesso di dimora per sollecito nel cantone.
Le Figaro dedica invece spazio al Salone del mobile di Milano.
Lascio l’Italia.
Su Le Monde la repressione del regime putiniano nei confronti degli amici della Ong Golos.
Chiudo con Al Jazeera che parla della guerra civile siriana.