#FreePussyRiot, anche Sting ne chiede la liberazione

Sul caso delle Pussy Riot continua la mobilitazione internazionale (e russa).
Dopo i Red Hot, anche Sting si è unito ad Amnesty International per chiedere la liberazione immediata delle tre artiste in cella per un concerto anti-putiniano nella Chiesa del Cristo Salvatore:

http://www.tmnews.it/web/sezioni/nuovaeuropa/PN_20120725_00633_NE.shtml

Qui un’analisi sul gruppo punk rock femminista apparso sul Moscow Times:

http://russiaoggi.it/articles/2012/07/24/pussy_riot_ne_sciocche_ne_hooligans_16835.html

Ad maiora

20120727-194856.jpg

About these ads

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...