Giorno: 26 gennaio 2012

27 e 28 giugno, il Dalai Lama torna a Milano

Dopo la bellissima visita del 2007, il Dalai Lama (il XIV) tornerà a Milano a gugno.

L’annuncio è stato dato da Ghe Pel Ling Istituto Studi di Buddhismo Tibetano.

Ecco il comunicato

Ad maiora

……………………

Care amiche e cari amici, siamo molto lieti di informarvi che grazie all’impegno della nostra Guida Spirituale il Ven. Thamthog Rinpoche, Abate del Monastero di Namgyal, il XIV Dalai Lama ha accettato il nostro invito di dare i Suoi preziosi insegnamenti nella nostra città e sarà, quindi, a Milano il 27 e 28 giugno prossimo.
 
Il 27 giugno, mattina e pomeriggio, Sua Santità il Dalai Lama darà un insegnamento sul testo “I tre aspetti principali del sentiero” di Lama Tzong Khapa. La mattina del 28 giugno, conferirà l’iniziazione di Avalokiteshvara il Buddha della compassione e nel primo pomeriggio terrà una conferenza pubblica.
 
L’evento si svolgerà presso il Mediolanum Forum di Assago (Milano).
 
Vi informiamo che sarà possibile iscriversi all’evento dagli inizi di marzo.
 
Ulteriori informazioni verranno pubblicate sul sito web http://www.dalailama-milano2012.org <http://www.dalailama-milano2012.org> .
 
Vi preghiamo di aiutarci nel diffondere la notizia dell’evento affinché più gente possibile possa organizzarsi per partecipare.
 
Per informazioni: info@dalailama-milano2012.org
…………………

Dear Friends. We are very pleased to inform you that thanks to the effort of our spiritual guide Ven. Thamthog Rinpoche, who is currently the abbot of Namgyal Monastery in Dharamsala, his Holiness the XIV Dalai Lama has accepted the invitation to come here to Milan and give teachings on the 27th and 28th of June.    
 
The morning and afternoon of the 27th His Holiness will give teachings on The Three Principal Aspects Of The Path by Lama Tzong Khapa.  The morning of the 28th he will give the initiation of Avalokiteshvara, the Buddha of compassion, and in the afternoon he will be giving a public conference.  
 
This event will be taking place at the Mediolanum Forum in Assago (Milan) and it will be possible to register for this event at the beginning of March. For more information you can visit http://www.dalailama-milano2012.org <http://www.dalailama-milano2012.org> in the near future.  
 
We ask that you help us spread the word of this special visit by His Holiness so that anyone interested will have the opportunity to participate.  
 
For more information contact us at: info@dalailama-milano2012.org
 
Sincerely,
 
Ghe Pel Ling – Institute of Tibetan Buddhist Studies

Memoriale della Shoah di Milano. Siamo a metà dell’opera (video)

Oggi, alla vigilia della giornata della memoria, è stato di nuovo aperto a sopravvissuti, autorità e giornalisti il cantiere di Via Ferrante Aporti 3 dove è in costruzione il Memoriale della Shoah di Milano.

Mancano ancora 5 milioni di euro per il suo completamento. Di qui l’appello alla generosità e alla condivisione di tutti di questo progetto.

Questo è l’unico luogo in Europa ad essere rimasto intatto tra tutte le aree di deportazione verso i campi di concentramento e sterminio. Qui tra il 1943 e il 1945 centinaia di ebrei, rastrellati in città e nella regione, furono caricati su vagoni merci agganciati ai convogli diretti a Auschwitz-Birkenau, Bergen Belsen e ai campi italiani di raccolta, come Fossoli e Bolzano. Dagli stessi binari partirono anche numerosi deportati politici, destinati al campo di concentramento di Mauthausen o ai campi italiani.

Questo il video della conferenza stampa di questa mattina:

http://youtu.be/gYTKOeYHUuU

Chi voglia dare il proprio contributo vada sul sitoo www.memorialeshoah.it e poi alla sezione “contribuisci”, il cui link è: http://www.memorialeshoah.it/italiano/form.php

 Qui sono riportate tutte le modalità di donazione.

Ad maiora.

Ong russa, per il monitoraggio del voto, sfrattata e lasciata senza luce

Annaviva era andata alla conferenza stampa nella quale venivano raccontati i brogli delle elezioni politiche di dicembre.

Non potremo tornare invece a trovare gli amici di Golos a marzo, dopo le presidenziali. L’ong che si occupa di monitorare le elezioni interne è stata infatti sfrattata dalla sua sede di Mosca e ha avuto la luce tagliata.

Il tutto per lavori di ristrutturazione che – mirabile visu – termineranno proprio il 6 marzo, due giorni dopo la chiusura delle urne.

L’ong Golos (in russo significa “voto”) sostiene che “la credibilita’ delle elezioni presidenziali già messa alla prova dalle denunce di estese violazioni alle elezioni legislative dello scorso dicembre si sta dissolvendo”.

Il tutto avviene il giorno dopo l’esclusione dl candidato liberale Javlinskij dalle presidenziali del 4 marzo.

Bjorn Engesland, portavoce dell’ong aggiunge: “Golos prevede che le elezioni di marzo saranno imprevedibili e problematiche almeno quanto quelle per la Duma di dicembre, per gli attacchi o le persecuzioni che le autorita’ potranno attuare”.

Lo sfratto è arrivato malgrado Golos abbia un contratto fino alla fine di agosto.

Martedì è stata anche notificata l’interruzione delle forniture di energia elettrica per lavori di ristrutturazione gia’ in programma e che dureranno appunto fino al 6 marzo.

Che tempistica!

Ad maiora.

4 febbraio. Mosca chiama, Milano risponde

A Mosca l’opposizione scende di nuovo in piazza contro il regime putiniano.
E AnnaViva organizza un nuovo presidio a Milano. Di solidarietà con i democratici russi.

4 FEBBRAIO 2012
ORE 11
MOSCA CHIAMA- MILANO RISPONDE
PRESIDIO SOTTO LA BANDIERA RUSSA PER L’EXPO
VIA DANTE 12
MILANO

Dopo le oceaniche manifestazioni, le opposizioni russe (tornare unite) tornano a chiedere elezioni libere e democratiche nella Federazione.
Questa volta, non casualmente, il corteo non è stato autorizzato. Si prevedono tensioni.
A pochi mesi dalle elezioni, per il Parlamento, considerate irregolari di dicembre, la Russia torna a votare il 4 marzo per le presidenziali.
Per Putin, per il suo orgoglio da leader della “verticale del potere”,anche andare al ballottaggio, sarebbe uno smacco.
AnnaViva con questo presidio esprime la sua vicinanza alle opposizioni russe. Chiede l’immediata scarcerazione di Khodorkovskij e degli altri dissidenti, finiti in cella per ragioni politiche.
Spera che per una volta sia data davvero la voce al popolo. Senza brogli elettorali.

Vi aspettiamo in via Dante!

20120126-133742.jpg