Giorno: 26 settembre 2010

QUANDO L’AUDI FA DOPPIETTA

Chiunque abbia visto almeno una volta Top Gear sulla Bbc si sara’ accorto subito che quello e’ un modo, giornalistico ed etico, di affrontare il “pianeta auto”. I due colleghi inglesi che, sorridendo, guidano la trasmissione fanno le pulci a ogni vettura. Se fa schifo lo dicono, se prende bene le curve pure. Fanno vedere i crash test e vi consigliano quale auto, a parità di prezzo acquistare, se volete sopravvivere al primo incidente. E non sono due ecologisti o anti-sviluppisti. Irridono ciclisti e pedoni. E si confrontano su quale auto sia più veloce e più divertente da guidare.
In Italia, anche su questo fronte, siamo al neolitico. Le riviste specializzate sponsorizzano alcuni modelli (cosi’ come i farmacisti indicano un dentifricio anziché l’altro). E i servizi tv che parlano delle macchine le descrivono sempre cosi’: “bella, scattante, agile”. Gli uffici stampa delle case automobilistiche ringrazieranno.
E anche in questo campo ovviamente spunta il conflitto di interessi. L’Audi, ad esempio, sponsorizza il Milan. Qualche giorno fa la società ha regalato a giocatori e staff una sessantina di macchine per affrontare – senza i patemi e le complicazioni di noi, comuni mortali – il prossimo campionato. A ruota, i tg Mediaset realizzano servizi nei quali le nuove Audi vengono a dir poco esaltate. Qualche giorno fa Studio Aperto. Con gnocca tacco 12 e mini, seduta al volante (non ricordo il modello, distratto dal pilota).
Stamattina uno speciale del TgCom (interamente dedicato ad Audi) dove la nuova vettura veniva definita “fantastica”.
Ad maiora.