Torino

#socialchefpiemonte ecco il Rivet D’Or (video)

20130521-202231.jpg
Sempre nell’ambito del blog trip (organizzato da Carlo Vischi) #socialchefpiemonte abbiamo incontrato Daniele Ronchail che insieme a Stefania Bonansea gestisce l’omonima azienda agricola che si trova a Pragelato, in Val Chisone, nel torinese.
In questo video Daniele spiega come viene prodotto il Rivet D’Or, formaggio che si ispira alla storica tommë.
Da mangiare in loco, come suggerisce Daniele:

Ad maiora

#lamiatorino 30 blogger alla scoperta di Torino (video)

20130502-133244.jpg

#lamiatorino è stato il blog trip organizzato da Turismo Torino lo scorso fine settimana. Il tempo non sempre ci ha assistito, ma l’abbiamo capito: è una primavera un po’ all’insegna della pioggia questa. Chi ci ha assistito è stata invece la città che si è mostrata in tutta la sua bellezza.
Abbiamo avuto una guida davvero molto brava, Francesco, che ci ha raccontato la storia e i segreti dell’ex capitale sabauda. Nei video che ho realizzato lo troverete spesso (e anche volentieri).
20130502-133704.jpg
Si parte dall’albergo che ha ospitato un po’ di blogger. Davvero bello e centrale. Peccato solo che, come molti hotel anche di lusso, non permetta ai clienti di fare raccolta differenziata.
Comunque il Sitea è davvero super.

20130502-135141.jpg
Il primo appuntamento in albergo è stato con la dolcezza. Abbiamo infatti assaggiato i prodotti di Guido Castagna, vero artigiano del cioccolato.
Qui è lui stesso a spiegare i suoi semifreddi…
20130502-140219.jpg
Dopo aver fatto il primo pieno di calorie…siamo andati a fare l’aperitivo.
Come mezzo di trasporto abbiamo usato delle Ape Car del Sitea. Non mezzi qualunque. Ma degli Ape Calessino con motore elettrico, come potete vedere qui.
L’aperitivo lo si è fatto al Mood, ottimo posto anche per bersi un caffè, leggendo un buon libro.
In chiave Veg ho assaggiato Toma piemontese con confettura di pere senapate e sushi con tomino.
20130502-142546.jpg
Qualche passo a piedi lungo via Po ci ha portato al Ristorante Monferrato.
Qui il menù Veg comprendeva:
Asparagi con salsa abbruscata, fiori di zucca ripieni di formaggio, tartrà agli asparagi con salsa allo scalogno e infine pesche ripiene all’amaretto con crema savoiarda.
20130502-143214.jpg
Dopo essere svenuto a letto, la mattina dopo mi/ci aspettava la visita al centro città. Personalmente ho molto apprezzato. E ho scoperto tante cose che non sapevo. Se siete curiosi di sapere quali, cliccate qui
La pioggia ha indotto l’organizzazione (sempre Torino Turismo) a farci vedere la città con i City Sightseeing Bus, che ci hanno mostrato anche la veduta dalle colline. Meritano.
20130502-180506.jpg
La lunga (ma intensa giornata) si è chiusa al Jazz Club di Torino, dove è stata ovviamente protagonista la musica:

I 30 blogger di #lamiatorino sono stati infatti invitati in città mentre era in corso il Torino Jazz Festival 2013.
20130502-181116.jpg
Una fortuna che ci ha permesso di imbatterci in concertini sotto i portici del centro.

La mattina dopo, ultimo giorno del blog trip, l’evento più “sportivo”: andare in bici (seppure elettrica, quindi con pedalata assistita) fino alla Palazzina di caccia di Stupinigi.

Infine gatto ghiotto e cucina papera. Sono i due divertenti nomi delle blogger torinesi che hanno preparato il buffet per il picnic che abbiamo consumato dapprima nelle scuderie, poi su un prato nell’ex residenza reale.

20130503-111850.jpg

Qui il video nel quale le blogger svelano il menù:

Infine il ritorno, sotto il diluvio.

20130503-120234.jpg
Pure il cielo si è intristito per la fine de #lamiatorino

Ad maiora

#lamiatorino dal 26 al 28 aprile. Ci sarò anche io

lamiatorino-banner-7b-640x495Torino è una citta cui sono particolarmente affezionato. Da non so quanti lustri (almeno 5, ahimé) almeno una volta l’anno prendo il treno e vado alle riunioni del Centro studi Piero Gobetti, per continuare a onorare la memoria di uno dei miei miti. Tra i primi a capire che il fascismo avrebbe introdotto la dittatura nel nostro paese.

Sono tornato per altre conferenze e incontri nella città sabauda, anche se non posso dire di conoscerla bene.
Ora potrò rimediare a questo deficit partecipando, come blogger a #lamiatorino

Vi terrò informato mano a mano di tutte le attività che faranno fare ai blogger per conoscere tutte le facce di questa interessante città: dal Museo nazionale del cinema al pallone, aerostatico, dalla visita nel centro storico (anche con bici eletriche) al Torino Jazz Festival.

I dettagli del programma li trovate tutti qui, sull’ottimo sito nonsoloturisti.it.

Ad maiora

I Trentin ricordati al Gobetti

Torino. Qui la primavera (nemmeno quella climatica) non è ancora arrivata.
Al Centro Studi Piero Gobetti (nella storica casa di via Fabro) si apre l’assemblea annuale dei soci.
Come sempre (dal 1961 in avanti) viene preceduta da una “lezione” sul nostro passato, quello resistenziale.
Sono trascorsi cinque giorni dalle elezioni, ma qui si parla di un tempo che non c’è più.
Oggi l’incontro verteva su Silvio e Bruno Trentin.
A raccontare il rapporto tra padre e figlio ai tempi della (nostra) guerra civile è stato Iginio Ariemma, curatore di alcuni volumi sui Trentin.
A chiudere la parte storica Pietro Polito ha letto un brano scritto da Bobbio su Trentin padre. Qui il video.
Per il resto la vita del Centro prosegue, tra mille difficoltà. Polito, storico e collaboratore di Bobbio, ne è stato eletto direttore. Marco Revelli ne è vicepresidente, mentre la guida è sempre affidata a Carla Gobetti.
I soldi continuano a scarseggiare, ma – come viene orgogliosamente affermato – non è mai stato chiesto un euro di prestito alle banche.
Gli enti locali hanno comunque o rallentato o chiuso i rubinetti economici.
La cultura, si sa non produce ricchezza. Almeno in questo paese, pieno di idioti.
Al Centro comunque non mollano.
Chi ne voglia seguire le attività, vada o Torino o ne visiti il sito.
Ad maiora

20130301-193738.jpg

45 anni fa volava in cielo la farfalla granata

Gigi Meroni, stella del Toro, il 15 ottobre 1967 veniva investito e ucciso a Torino, in corso Umberto.
Chi non l’abbia letto, recuperi in biblioteca “La farfalla granata” o lo compri.
Qui qualche bella immagine del grande calciatore.
Ad maiora

20121015-075007.jpg