Francia

L’inquietante quenelle

20140106-211641.jpg

In pochi giorni il video del comico francese Dieudonné che sostiene che il 2014 sarà l’anno della quenelle (saluto nazista al contrario) ha superato i due milioni di visitatori:

Merito anche del calciatore Anelka (e forse anche di Bosetti e del cestista Tony Parker) che esulta in quel modo dopo un gol:

In Francia le autorità hanno deciso di vietare gli spettacoli dell’artista che si definisce anti-sionista, ma che sta facendo proseliti nel paese e non solo:

Proprio in questi giorni è uscita la notizia che, anche per via della crisi, sono 3.000 gli ebrei francesi che nel 2013 hanno deciso di trasferirsi in Israele.

In Francia sono stati lanciati boicottaggi contro Fnac (che vende biglietti degli spettacoli) e contro gli show del comico francese: il prossimo sarà (o sarebbe) mercoledì a Nantes.
Ad maiora

Scilipoti su Le Monde, la Kyenge sulla Faz

DL OMNIBUS: FINITO ESAME ODG, STASERA VOTO FINALE CAMERA
Più Italia di quanto potessi supporre sulle pagine dei siti di informazione stranieri.

Scilipoti, sempre fedele agli esecutivi, è noto anche in Francia, altrimenti non si capirebbe come mai compaia nel titolo di un articolo di Le Monde.
Di politica italiana si occupa anche l’Independent che la legge in chiave economica: crisi più lontana, viste le difficoltà dell’impero berlusconiano.
La storia del ministro Kyenge (con le critiche e le speranze che suscita) campeggia invece sulle pagini digitali del Frankurter Allgemeine.
Venezia compare invece su più di un sito. Il Guardian si occupa delle nuove regole per le gondole dopo l’incidente mortale di qualche giorno fa.
I 70 anni del Festival di Venezia sono invece trattati dal Pais e sul Telegraph.
Chiudo con lo sport. La maglia rossa conquistata da Nibali alla Vuelta è in bella evidenza su El Mundo.
Ad maiora