Fausto e Iaio

Danilo de Basio non è più direttore di Radio popolare

Danilo De Basio non è più direttore di Radio popolare.
La notizia compare in bella vista sul sito della storica emittente della sinistra milanese: http://www.radiopopolare.it/
Su internet il caso (anzi, il siluramento) viene associato, incredibilmente, a quello di Emilio Fede:

http://www.giornaleradio.info/2012/04/danilo-de-biasio-licenziato-da-radio.html?m=1

http://m.milanotoday.it/cronaca/danilo-debiasio-radio-popolare.html

A Danilo, mio collega al master di giornalismo della Statale di Milano, un grande, affettuoso abbraccio.
Nella foto lo vediamo impegnato in una giornata storica: qualche giorno fa, all’apertura dei giardinetti milanesi dedicati a Fausto e Iaio.
Ad maiora

20120404-170411.jpg

Fausto e Iaio. Il giorno dopo. Commento sentito in posta

Due anziani in coda alle poste commentano un articolo sulle pagine milanesi di un quotidiano. Lei: “Hanno dedicato una strada a due ragazzi uccisi dai fascisti”. Lui: “E a tutti i ragazzi che hanno ucciso loro?”.
Loro. I nostri. I vostri.
Noi, prima persona plurale.
Buona settimana, Milano

20120319-131923.jpg

Fausto e Iaio. Milano non ha dimenticato

Che dire di questa Milano che (grazie alla nuova amministrazione) decide di dedicare (insieme a migliaia di persone) i giardini di piazza Durante a Fausto e Iaio, giovani del Leoncavallo uccisi 34 anni fa? Giustizia, come spesso accade in questi casi, non è stata fatta. I killer (fascisti) che li hanno uccisi sono rimasti liberi.
Ma la città non ha dimenticato.

Ecco parti della cerimonia.

Qui la Banda degli Ottoni:

Qui le voci di mezzo con i canti (di lotta) delle mondine:

Qui infine il momento in cui è stata scoperta la lapide:

Ad maiora

20120318-170714.jpg