Giorno: 23 luglio 2012

Red Hot pro Pussy Riot

Il gruppo californiano ieri si è esibito a Mosca ostentando una maglietta a favore delle tre attiviste in cella (chissà per quanto). La loro “colpa”? Un concerto antiputiniano nella Chiesa del Cristo Salvatore.
Oggi hanno scritto una lettera di sostegno (sosteniamo al plurale) per il gruppo punk-rock femminista:

http://www.adnkronos.com/IGN/News/Esteri/Russia-Red-Hot-Chilli-Peppers-firmano-lettera-in-sostegno-delle-Pussy-Riot_313531947256.html

Monti intanto si sollazza in quel di Sochi, nella dacia dell’immarcescibile Vladimir Putin.
Ad maiora

20120723-155910.jpg

Monti a Mosca. Per rinsaldare i legami con la Russia di Putin III

Come pensavamo, come dicevamo.
Cambiano i governi, ma rimane stabile l’amicizia tra Italia e Russia. E chi se ne frega che quest’ultima imprigiona, con fine pena praticamente mai, Khodorkovskij, o tre ragazze “colpevoli” di un concerto contro Putin nella Chiesa del Cristo Salvatore.
E chi se ne frega se la Russia di Putin III paragona le ong che ricevono finanziamenti stranieri ad agenti dei servizi stranieri.
E chi se ne frega che la Russia di Putin III riduca ulteriormente il diritto delle opposizioni a manifestare e dei cittadini russi di navigare liberamente in rete.
L’importante è fare affari.
Andare a riverire un Patriarca Kiril sempre più amico del regime (e magari chiedergli che ore siano, visto l’amore per gli orologi).
L’importante è dire scempiaggini come quello di invitare i turisti ad andare a Ravenna (città consigliatissima, peraltro) perché ponte tra Oriente e Occidente “proprio come quello che Putin e Mevedev vogliono costruire”. Quando sento parlare di “ponti” mi viene in mente solo Alex Langer. Quelli erano ponti, non certo quelli dei Batman e Robin che guidano la Russia.
Tutto cambia, ma tutto resta come è.
Perché la politica estera, da anni, è stata appaltata all’Eni (non a caso complice nell’esproprio ai danni di Yukos).
E basta leggere le frasi entusiastiche di Scaroni per rendersene conto: http://www.agienergia.it/NewsML.aspx?idd=118511&id=67&ante=0
Ad maiora.

20120723-091151.jpg