Il corteo nazionalista di Budapest visto dall’altra Ungheria

Ieri a Budapest sono scesi in piazza i sostenitori del governo nazionalista di Orban. In centomila hanno sfilato per questo “corteo della pace” (non so perché ma il nome – vagamente surreale – mi ha fatto venire alla mente la strada dell’Amicizia che univa Belgrado a Zagabria e che fu una delle prime a essere chiusa durante il conflitto).
Sui giornali ne ho trovato poche tracce. Io l’ho seguito sui siti ticinesi: http://www.tio.ch/Estero/News/665892/Corteo-di-pace-migliaia-di-ungheresi-in-piazza-per-Orban
Ma, soprattutto, l’ho osservato a distanza leggendo i commenti su quel fantastico gruppo su Facebook che è “L’altra Budapest ama la Repubblica d’Ungheria” (la maggioranza di destra ha infatti cambiato la Costituzione e ora il paese non si chiama più “Repubblica di”, ma solo Ungheria).
Sul forum sono state – e anche mentre scrivo vengono aggiunte- foto della manifestazione, con slogan anti europei, con il volto della Madonna stampato sulla bandiera magiara, con la mappa del Grande Ungheria e via dicendo.
I commenti (per lo più di ungheresi che si sono trasferiti in Italia) alle foto sono fantastici e dimostrano la vitalità di quanti hanno lasciato il loro paese ma gli sono affezionati. E si sentono fondamentalmente europei. Uno tra gli scritti, mi ha aperto più di altri il cuore (di questa mattinata passata a poche centinaia di metri da un raduno leghista…). Quello di Alexandra che sulla Grande Ungheria (tanto simile alla Grande Serbia, alla Grande Albania, a quelle “miserie dei piccoli Stati” mirabilmente descritti da Bibò) scrive: “Non devono cambiare i confini, ma la testa della gente”. E poi aggiunge: “Se non cambia la testa della gente, non ci sarà bisogno di confini”.
Andate a leggere.
Buona domenica.

Ad maiora

20120122-112216.jpg

About these ads

6 comments

  1. Ciao e grazie mille per le splendide parole spese per il gruppo Facebook che ho avuto l’ardire di creare.
    E’una bella soddisfazione sapere che si sta facendo informazione vera, trattando di cose facilmente dimenticate dalla stampa tradizionale, e che si sta costruendo una piattaforma di condivisione, confronto e discussione sulla situazione politica e sociale che attraversa l’Ungheria, perchè qui c’è molto di che discutere. e c’è bisogno di confrontarsi..

    Alessandro Grimaldi

  2. Perdonate il commento, ma vi sembra davvero cosi’ grave il cambio di nome da “Repubblica d’Ungheria” a “Ungheria”? o forse non bisognerebbe concentrarsi su altri aspetti discutibili della Costituzione? Quando qualche anno fa la Romania (!) ha deciso di chiamarsi “Romania” e non “Repubblica di Romania”… o l'”Italia” si chiamasse “Italia” invece di “Repubblica Italiana”… che cambierebbe? In ungherese, inoltre, i nomi dei Paesi gia’ hanno internamente alla parola “orszag”, che significa Paese.. Una postilla su Bibo: attenzione che la “miseria” era quella dei piccoli stati successori usciti dal Trianon… condizione che l’Europa non e’ riuscita a migliorare di molto (la cooperazione regionale e’ commerciale ma non politica) e la questione delle minoranze e’ a tutt’oggi apertissima (provate a parlare di modello Alto Adige in Slovacchia e Romania e vi accorgerete che a Bratislava a Bucarest le “minoranze” non hanno diritto ad autonomie territoriali, men che meno culturali)! Ed e’ cosi’ che il nazionalismo ungherese si nutre, come ogni nazionalismo, degli altri fenomeni analoghi e contrari…
    Comunque complimenti per l’azione critica, sale della “democrazia” per una libera informazione, agli amici di fb e a tutti Voi
    Andrea

  3. Concordo, ci sono sicuramente aspetti più importanti da analizzare nel testo costituzione, ma il cambiamento del nome dello Stato è un simbolo, come lo è stato il recente cambio di toponomastica a Budapest, con piazza della Repubblica diventata piazza Giovanni Paolo II.
    A.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...