COSTA D’AVORIO, PASSATO E PRESENTE DELL’EX PRESIDENTE IN DUE IMMAGINI

Niente più delle immagini raccontano la fine del potere, la caduta degli dei.

Le due foto contrapposte dell’ex presidente ivoriano Laurent Gbagbo, 65 anni, lo vedono prima in un’affollattissima conferenza stampa poi, insieme alla moglie, in una stanza del Gulf Hotel dov’è agli arresti.

Nelle immagini fatte circolare dalle forze di sicurezza (che hanno agito insieme alle forze francesi, che non erano così attive in Africa dai tempi della seconda Guerra mondiale) si nota ancora di più lo sguardo smarrito del professore di storia.

http://elections.peacefmonline.com/politics/201104/152449.php

Lui, cristiano, che prima si batteva per la democrazia ma che, eletto nel 2000, ha rinviato 5 volte le elezioni e una volta avvenute non ha riconosciuto la vittoria di Alessane Ouattara (ex premier musulmano che ha conquistato il 54% dei voti e che ora fa appello alla pacificazione).

Anche i colori dei vestiti di Gbagdo raccontano la fine del suo potere. Prima il vestito blu, all’occidentale, durante le conferenze stampa e i comizi. Poi la canottiera bossiana coperta da una camicia verde, con macchie di colore.

Sembra anche improvvisamente invecchiato, a conferma dell’andreottiana frase sul logoramento (immediato) di chi non ha il potere.

L’impatto che queste immagini (diffuse ovviamente anche ad Abidjan) sono una condanna politica – e sociale - per l’ex presidente. Il perché lo spiega Michele Loporcaro, nel suo Cattive notizie (Feltrinelli): “Il divenire qualitativamente preponderanti delle immagini – e dello spazio-titoli – sullo spazio-testo, produce una deviazione strutturale: le foto, come ogni aspetto del reale, sono percepite coi sensi ma a differenza del testo parlano esclusivamente a questi, non al raziocinio. Con l’immagine la realtà irrompe entro il giornale per via della percezione sensibile, non di elaborazione razionale. Le immagini richiedono di essere riconosciute, le parole di essere capite”.

Ad maiora

About these ads

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...