Day: 18 ottobre 2010

FRULLATO, GUSTO ITALIA

Applausi per un ragazzo che con un cazzotto ha ucciso un’infermiera straniera. Chissà cosa avrebbero detto i suoi amici se fosse successo al contrario.
La sorella di una ragazza arrestata insieme al padre per l’omicidio, urla contro i giornalisti che assediano la sua casa: la colpa e’ vostra, grida.
Un uomo arrestato per stalking. Si era invaghito di una conduttrice tv e aveva finito per minacciare lei e la figlia.
Difficile capire dove finisca la realtà televisiva e cominci quella reale.
Abbiamo le ultime immagini di una donna uccisa e sciolta nell’acido. Era una collaboratrice di giustizia cui era stata revocata la scorta. Di lei rimarrà solo l’ultima inquadratura, in corso Sempione, zona movida.
Mentre i tg di tutto il mondo mostrano Putin e signora che si fanno immortalare in casa, per smentire crisi coniugali, separazioni e figli extra familiari. Si parla di questo e non del rischio chiusura della Novaya Gazeta, il giornale della Politkvskaja, accusato di “estremismo”. Come fosse un “reato” per un giornale.

Frullate tutto. Servite freddo.

Ad maiora.

LE POLEMICHE AIUTANO LO SHARE

Dopo gli attacchi, Santoro e il suo Annozero giovedì hanno fatto un boom di ascolti (pur senza raggiungere la vetta come un anno fa, con la D’Addario):  6 milioni e 283 mila spettatori, pari al 23,5% di share. Raidue quella sera ha battuto sia la prima rete Rai che Canale 5.

Un successo che stava per bissare ieri sera Report di Milena Gabanelli.

La prima puntata (che gli avvocati di Berlusconi hanno contestato per il “mancato ascolto dela controparte”) ha visto un clamoroso successo: 4 milioni e 928 mila spettatori, ossia il 18.70% di share. La serata è stata vinta da Raiuno (Terra ribelle) ma gli utenti della tv hanno preferito le inchieste della Gabanelli a Distretto di Polizia 5 (Canale 5).

Come a dire che le polemiche aumentano lo share.

Ieri peraltro il viaggio tra le ville di Berlusconi era nell’ultima parte della trasmissione. Così in milioni hanno potuto seguire soprattutto le vicende legate alle elezioni all’Aci.

Ad maiora.